• 1,99 €

Descrizione dell’editore

Le tragedie di Euripide (V sec. A.C.) si differenziano dalle altre contemporanee soprattutto perché l’autore sceglie i suoi argomenti tra i miti meno noti e si sofferma su aspetti secondari dei grandi cicli epici e tragici, spesso in polemica con l’antica interpretazione religiosa. Acuto inoltre fu l’interesse di Euripide per l’individualità dei suoi protagonisti, inseriti in una dimensione inedita di umanità, talvolta di quotidianità antieroica, che dissolve dall’interno gli antichi miti facendo avvicinare l’autore al mondo della commedia borghese. L’attenzione all’individuo fa passare in secondo piano il coro, innovazione che comporta modifiche sostanziali anche nella metrica.

GENERE
Arte e intrattenimento
PUBBLICATO
2014
4 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
820
EDITORE
REA Multimedia
DIMENSIONE
2.4
MB

Altri libri di Euripide