• 7,99 €

Descrizione dell’editore

Il fantasma di Parigi, dove Hemingway soggiornò tra il 1921 e il 1928, accompagnò lo scrittore per tutta la vita, tornandogli prepotentemente alla mente soprattutto a partire dal 1957 quando, ormai malato, si fece urgente il bisogno di dedicare a quella città in cui era stato "molto povero e molto felice" il suo ultimo romanzo, rimasto incompiuto nella stesura finale e pubblicato postumo. Celebrazione della "vita intesa come una fiesta", ricca ogni giorno di nuove esperienze e nuove illusioni, Festa mobile ci racconta di bistrò, marciapiedi, bevute, oppio, corse dei cavalli, campioni di ciclismo con tanto di baffi. Di snobismo letterario e sociale, di una fame che diventa scuola e disciplina, di cose pulite e cose meno pulite. Parigini, americani, e sopra tutto lei, Parigi. È un libro di ricordi, e molto di più: l'opera d'addio che dà l'estrema misura di un attaccamento insuperabile alla giovinezza, all'energia di vivere, agire ed esprimersi come scrittore.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2011
28 giugno
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
168
EDITORE
Mondadori
DIMENSIONE
587.5
KB

Recensioni dei clienti

Palazzi Ettore ,

stupendo

Hemingway è sempre lui...libro che si legge da solo!!!

Palleraccio ,

Bel libro

Davvero un bel libro.. Piacevole per chi vuole fare un tuffo nella Parigi di un tempo in compagnia di Ernest!

Altri libri di Ernest Hemingway