Descrizione dell’editore

Due scalette, una a destra e l'altra a sinistra, metteranno in comunicazione il palcoscenico con la sala. Sul palcoscenico il cupolino del suggeritore, messo da parte, a canto alla buca. Dall'altra parte, sul davanti, un tavolino e una poltrona con spalliera voltata verso il pubblico, per il Direttore-Capocomico. Altri due tavolini, uno più grande, uno più piccolo, con parecchie sedie attorno, messi lì sul davanti per averli pronti, a un bisogno, per la prova. Altre sedie, qua e lì: a destra e a sinistra, per gli Attori; e un pianoforte in fondo, da un lato, quasi nascosto.

GENERE
Arte e intrattenimento
PUBBLICATO
1936
1 gennaio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
77
EDITORE
Public Domain
DIMENSIONE
50.1
KB

Recensioni dei clienti

er centurione ,

Tanta roba

Per apprezzarlo appieno andrebbe visto a teatro, ma ti prende. Si legge in poco più di un'ora, volendo, e ti trascina in un vortice surreale da cui non vieni più fuori.

Airamnaig ,

Straordinario

Geniale

cri2122 ,

molti punti di domanda, molta meraviglia

Molto particolare, resta una domanda: che cosa è vero? Che cosa è falso?
Con riflessioni psicologiche, Pirandello esplora il senso dell’identità. A tratti smarrito e confuso ed al tempo stesso i personaggi sono immersi in sentimenti di fedeltà e determinazione nell’essere chi non si è o oppure ...chi si è?

Altri libri di Luigi Pirandello