• 9,99 €

Descrizione dell’editore

EDIZIONE AGGIORNATA

Il pesto è cancerogeno. Lo zucchero bianco: per carità! Meglio quello di canna. Il glutammato fa malissimo... E gli spaghetti radioattivi? Ah no, io compro solo pane biologico, prodotti locali e di stagione. Quanta apprensione intorno alla nostra tavola. E quante bugie. Ma a chi dobbiamo credere? L’approssimazione in cucina non funziona, nemmeno per preparare un piatto di spaghetti. Meglio verificare quanto tv, web, giornali, radio ci propinano ogni giorno: mentre ci scanniamo sugli OGM in realtà già mangiamo frutta, verdura e cereali derivati da modificazioni genetiche indotte da radiazioni nucleari (perché nessuno lo dice?); abbiamo il terrore della chimica ma ci dimentichiamo che per esempio la vanillina è un estratto da una lavorazione del petrolio e che il caffè contiene sostanze cancerogene. Mostri come la fragola-pesce e altre diavolerie occupano il nostro immaginario, ma quali sono davvero i rischi che corriamo? Ecco un aiuto a non farsi ingannare da messaggi troppo facili ed emotivi. Ci guadagneremo in razionalità, salute e portafoglio.

GENERE
Saggistica
PUBBLICATO
2013
7 marzo
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
352
EDITORE
Chiarelettere
DIMENSIONE
1.2
MB

Recensioni dei clienti

Ganepa ,

Ottimo libro

Finalmente un po' di chiarezza scientifica su questo argomento attuale dove regna una gran quantità di confusione. Grazie

Gigiwjllp ,

non so come giudicare.....

....un libro scritto da un negazionista.
ogni informazione potrebbe essere legata ad una sua devianza mentale.
assolutamente sconsigliato.

cutlegs ,

Un libro che tutti dovrebbero leggere.

Un libro che tutti dovrebbero leggere.
Informato, ricco, documentato, scientifico, assolutamente non fazioso. Per imparare a pensare con la propria testa, anche se questo (purtroppo) è uno dei motti di complottisti e beceri vari.
Se potessi darei dieci stelle.
PS: da oggi, quando mangio una banana, ringrazio Dio o, se non ci credete, Madre Natura. Potrebbe essere una delle ultime.

Altri libri di Dario Bressanini